Cerca English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
lunedì 15 ottobre 2018 ..:: Viaggi » EUROPA » Spagna » Andalusia ::.. Registrazione  Login
Mare d'Inverno

 

ANDALUSIA, LA SPAGNA MORESCA

 

di ANNA MARIA ARNESANO foto di GIULIO BADINI

 

Cordoba, Siviglia, Cadice, Granata e Malaga sono i nomi armoniosi delle principali città dell’Andalusia, la Spagna dei Mori, l’estrema regione di sud-ovest affacciata con oltre 800 km di spiagge sul Mediterraneo occidentale e sull’Atlantico, divisi dallo sperone di Gibilterra. Grande quanto il Portogallo con cui confina (un sesto della Spagna), l’ Al Andalus degli arabi che la dominarono per otto secoli è una regione montuosa a nord, con un’agricoltura arretrata, e fertili pianure lungo la costa bagnate dal Guadalquivir, con i due porti di Cadice e Malaga, ed anche la più popolosa del paese.

 

IL VIDEO (cliccare due volte)

Come tutti i sud è calda in tutti i sensi ed è stata la culla delle tradizioni più caratteristiche del paese: corrida, tapas, flamenco, chitarra e canto. Le fiestas sono più chiassose e pittoresche che altrove, le processioni più spettacolari e coinvolgenti, le corride più partecipate, il caldo estivo più torrido, le persone più vivaci. Gli andalusi vivono sempre al massimo: difficile non rimanere contagiati dalla loro allegria. La sua conformazione l’ha sempre resa più facilmente accessibile dal mare che non viaterra. Da qui passarono, provenienti dall’Africa, gli uomini preistorici che colonizzarono l’Europa, qui approdarono attorno al 1000 a.C. i Fenici, attratti dalle ricchezze minerarie e dall’abilità metallurgica dei locali, portandovi la scrittura, le monete, il tornio, l’olivo e la vite, l’asino e la gallina, la salatura del pesce e la musica, seguiti poi da Greci, Cartaginesi e Celti. I Romani vi si trovarono tanto bene da restarvi per sei secoli, facendone una delle province più ricche e civilizzate dell’impero: vi edificarono imponenti città e costruirono strade, ponti e acquedotti tuttora funzionanti. Riforniva Roma di olio, vino, capperi, argento, pesce e garum, una salsa speziata di pesce molto diffusa, tre imperatori (Traiano, Adriano e Teodosio) e molti uomini di cultura come Seneca, Marziale, Quintiliano e Lucano. Nel 711 arrivarono i musulmani che invasero tutta la penisola ma, dopo essere stati fermati ai Pirenei dai Franchi di Carlo Martello, si attestarono in Andalusia, dove rimasero per ben 8 secoli, divisi in una moltitudine di regni. Sotto gli arabi visse un periodo di grande prosperità materiale e culturale. Esperti in irrigazione, vi introdussero nuove coltivazioni (arance, limoni, pesche, canna da zucchero, angurie, melanzane) e soprattutto la cultura antica greca, la matematica (dai numeri all’algebra), l’astronomia, la medicina con chirurgia e anestesia, la botanica, sintesi del sapere antico classico, arabo, ebraico e cristiano. In architettura crearono capolavori che ancora oggi ci lasciano a bocca aperta. Nel 900 Cordoba contava 300 mila abitanti, 800 moschee e 700 bagni pubblici, una pregiata università con ricche biblioteche, un centro cosmopolita di eruditi vero faro culturale nel buio del Medioevo europeo. La divisione musulmana portò pian piano alla riconquista da parte dei re cattolici spagnoli: nel 1492 cadde Granata, ultimo baluardo moresco, per mano di Ferdinando e Isabella di Aragona-Castiglia, gli sponsor dell’impresa di Colombo. La scoperta dell’America portò enormi ricchezze ai porti di Siviglia e Cadice, ma l’assegnazione delle terre ai nobili casigliani comportò miseria per il popolo che porterà poi a fine 800 a rivolte anarchiche e ad orribili atrocità durante la guerra civile. Una terra ricca abitata da gente povera, come l’ha definita qualcuno.

foto di Giulio Badini
foto di Giulio Badini
foto di Giulio Badini
foto di Giulio Badini
IL VIAGGIO

L’operatore milanese “Adenium – Soluzioni di viaggio” (tel. 02 6997351, www.adeniumtravel.it), specializzato in turismo culturale con accompagnatore qualificato, propone dal 14 al 22 marzo 2009 un tour dell’Andalusia che toccherà tutte le principali località storiche e artistiche. Partenza con voli di linea da Milano, pernottamenti in hotel di charme a 4 e 5 stelle ospitati in edifici storici con mezza pensione, guide di lingua italiana e accompagnatore dall’Italia, quota da 2.320 euro.


Copyright (c) 2005 ©IlGotha.it. Diritti riservati.La copia totale o parziale sarà punita a n.d.legge   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2018 by DotNetNuke Corporation