Buscar English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
viernes, 28 de febrero de 2020 ..:: Viaggi » EUROPA » Slovenia » Slovenia Cucina ::.. Registrarse  Entrar
4
3
2
1

 

LA CUCINA SLOVENA

 

Sapori, profumi e ricordi compaiono gustosamente amalgamati nella gastronomia slovena che presenta, da una parte, profondi legami con i prodotti locali e, dall’altra, risente di tradizioni culinarie dei paesi confinanti come l’Italia, l’Austria e l’Ungheria.  Una gastronomia con piatti delle regioni pannonica, alpina e mediterranea, che mette in tavola eccellente pesce di mare sul litorale, funghi e cacciagione odoranti di bosco, piatti speziati e aromatici, fino al caffè turco, reminiscenza storica di antiche invasioni.  L’incontro tra le tradizioni enogastronomiche con la ricchezza agroalimentare del territorio danno origine a ben 1.200 piatti nazionali, tra i quali non rimane che l’imbarazzo della scelta.  Si tratta di pietanze ben assortite, con oltre cento tipi di brodi e minestre, piatti di carne dai sapori decisi, parecchi tipi di pane – tra cui quello fatto con grano saraceno e avena – e, per finire, deliziose attrazioni di pasticceria. Il viaggio culinario parte dall’antipasto, che ha normalmente come ouverture un bicchierino di distillato di frutta.  Se l’antipasto serve per predisporre la psiche e i succhi gastrici alle portate successive, nulla di meglio del prosciutto crudo del Carso (prsut) profumato al ginepro e stagionato al soffio della bora.  Stuzzicanti portate sono i salami e le salsicce (la krvavica è fatta di sanguinacci, riso e spezie, spesso abbinate ai crauti) e poi lardo insaporito con spezie e pancetta affumicata. Così ben allenati alla tavola saporita, si può continuare con un brodo o una zuppa (ottime quelle ai funghi;  la jota, di provenienza carsica, è a base di fagioli e crauti, mentre d’orzo è la ricet, d’ascendenza austriaca).  Gli struklji sono fette di pasta ripiena di carne, ricotta o verdure e conditi in svariati modi;  nella versione dolce il ripieno prevede uvetta, noci e pinoli.  Cotti in zuppa di cavoli e contornati da pancetta affumicata, gli zganci sono gnocchi di farina di grano saraceno. Regina della terza portata è la carne, con un sapore pieno, che diventa ancora più pregnante nell’abbondante selvaggina e gradevole negli spiedini dove maiale, vitello e agnello si alternano a cipolle e peperoni oppure bolliti e serviti con salse, tra cui il cren.  Il gulasch, piatto tipico dell’est, si assapora con le verdure. I funghi, raccolti in abbondanza, hanno fragranza di bosco, mentre non manca mai sulla tavola slovena un piatto di verdura fresca servita a parte.  Per gli amanti del pesce l’arte culinaria della costa valorizza l’ottimo pescato, tra cui figurano capesante, sogliole, crostacei e frutti di mare. Ardua risulta la scelta finale tra i vari gustosi dessert.  La potica è il dolce più popolare, fatto di pasta lievitata con ripieno di miele, noci, papavero e frutta secca (ma anche lardo e ciccioli nella versione salata).  Simile alla prima, ma arricchita da vari strati, è la gibanica, con differenti versioni a seconda delle regioni.  Scegliendo lo strudel non si sbaglia mai.  Per una pausa ghiottona fuori dai pasti, oppure per una sferzata d’energia, ecco il krof, ovvero il bombolone.  Per l’omaggio gentile o un dolce invito si può ricorrere alle paste al miele, considerate come la pasticceria più antica della Slovenia, profumate di cannella e disegnate a forma di cuore. Informazioni specifiche sulla gastronomia slovena, nonché indirizzi e caratteristiche di ristoranti e trattorie in tutto il paese, possono essere richieste all’Ufficio del Turismo Sloveno in Italia, tel. 02 29511187, e-mail: info@slovenia-tourism.it.

Copyright (c) 2005 ©IlGotha.it. Diritti riservati.La copia totale o parziale sarà punita a n.d.legge   Términos de Uso  Declaración de Privacidad
DotNetNuke® is copyright 2002-2020 by DotNetNuke Corporation