Cerca English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
mercoledì 21 agosto 2019 ..:: Viaggi » EUROPA » Slovenia » Lubiana ostello ::.. Registrazione  Login

 

A LUBIANA IL MIGLIOR

OSTELLO DEL MONDO

 

di ANNA MARIA ARNESANO

foto di GIULIO BADINI

 

La guida turistica Lonely Planet, un’imprescindibile Bibbia per i giovani turisti fai da te che girano il mondo con pochi soldi in tasca, ha proclamato l’ostello lubianese Celica il miglior ostello del mondo per la peculiare architettura e per la singolarità del suo arredo. L’ostello è infatti ospitato nell’ ex carcere militare della capitale slovena e per la Lonely Planet, editrice delle guide a maggior diffusione, costituisce uno dei più straordinari alloggi proprio per l’insolita architettura carceraria. Secondo la guida può essere considerato “the hippest” tra gli ostelli del pianeta. L’edificio che lo ospita, risalente al 1882,  ha funzionato fino ad una quindicina di anni fa come carcere militare e i clienti vengono alloggiati nelle ex celle, trasformare e riadattate sì, ma fino ad un certo punto,  in quanto ad esempio alle porte e alle finestre sono rimaste le antiche sbarre.  Celica, in sloveno, significa appunto cella. In compenso ogni camera-cella si presenta come un piccolo capolavoro d’arte contemporanea,  essendo stata ciascuna arredata e dipinta in modo diverso da giovani artisti locali e stranieri, in un vero tripudio di colori e di calori.   Non a caso l’ostello fa parte di un complesso che ospita anche una galleria d’arte, la quale organizza mostre, esposizioni, workshop e conferenze, ma anche esibizioni e concerti di musica etnica.  Una cella, chiamata Angolo della Pace, viene riservata alla meditazione e alla preghiera, con simboli che ricollegano ad ebraismo, cristianesimo, islam, induismo e buddismo.  Alcune camere sono attrezzate per ospitare disabili.  Completano le strutture comuni un caffè all’orientale, una trattoria con cucina tipica slovena e un cyber cafè, alloggiato quest’ultimo nel giardino vetrato.  L’edificio occupa un posto particolare nei cuore dei lubianesi e nella storia recente del paese.  Nel maggio del 1988 vi furono infatti rinchiusi i primi quattro prigionieri  tra quanti insorsero in quel tempo contro Belgrado e le forze armate iugoslave per l’indipendenza della Slovenia, e fu quindi  teatro di numerose manifestazioni popolari di protesta.  E, nemesi storica, uno di essi sarebbe poi divenuto il primo ministro della difesa della nuova repubblica e oggi primo ministro. Lo Youth Hostel Celica, che funziona dall’autunno del 2003, è situato in posizione abbastanza centrale in Metelkova ulica presso l’omonimo centro di culture alternative, non lontano dalla stazione e dal terminal dei pullman. L’edificio dispone di 29 camere ed è diventato ormai una vera e propria istituzione cittadina, tanto che tutti i giorni feriali alle 13 si tiene una visita guidata. Ci sono camere singole, doppie e triple (da 16 a 28 euro con colazione), oppure a 4-5-7 letti (16-18 euro) e letti in camerate da 14 posti (14 euro). Oggi il Celica, frequentato soprattutto da giovani stranieri, raggiunge il 6 % di tutti i pernottamenti registrati a Lubiana. Info: 00386.1.430 18 90, www.hostelcelica.com.

© foto Giulio Badini
© foto Giulio Badini
© foto Giulio Badini

Copyright (c) 2005 ©IlGotha.it. Diritti riservati.La copia totale o parziale sarà punita a n.d.legge   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation