Cerca English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
mercoledì 13 novembre 2019 ..:: Hotel » Il fascino di vivere sott'acqua ::.. Registrazione  Login
POSEIDON (guarda il filmato)
JULES’ UNDERSEA LODGE (guarda il filmato)
 LINK IN RETE Riduci

  

 

Il fascino di vivere sott’acqua

Nascono in tutto il mondo hotel sottomarini e ristoranti subacquei

 

di DANILO ALSONA BERTAZZI

 

L’ultima moda in fatto di turismo è l’esplorazione del mondo subacqueo. Il così detto turismo sottomarino sta mettendo alla prova i più grandi progettisti del mondo che si trovano coinvolti in una delle più affascinanti sfide dell’uomo moderno: vivere sotto il mare. Nascono così hotel e ristoranti subacquei in tutto il mondo. Il vero pioniere degli hotel sommersi esiste già ed è aperto al pubblico dal 1986, si chiama Jules Undersea Lodge. L’affascinante hotel acquatico è ubicato al largo della Florida (Key Largo), immerso in una laguna di mangrovie. Il primo albergo subacqueo al mondo è di fatto un appartamento dotato di due stanze, ricavato da un ex laboratorio di ricerca (circa 200 metriquadrati), collocato a 10 metri di profondità, vi possono abitare fino a sei persone. L’unico vero handicap è l’accesso infatti è raggiungibile solamente con bombole ed erogatore. Il prezzo indicativo è di circa 500 euro a notte. Se invece vogliamo mangiare del buon pesce, magari appena visto nuotare al di la’ del vetro dobbiamo recarci all’ Ithaa (che in maldiviano significa perla). Si trova a cinque metri sotto la superficie dell’Oceano Indiano, circondato dalla barriera corallina il primo ristorante subacqueo che ha recentemente aperto i battenti. Creato di recente con la tecnologia degli acquari fa parte del complesso dell’ Hilton Maldives Resort & Spa. L’emozione provata all’interno è davvero incredibile soffitti e pareti sono curvate in acrilico trasparente. L’ambiente non è enorme (5metri per 9) ma può ospitare fino a 14 persone creando sensazioni davvero uniche nel suo genere. All’ Ithaa si accede percorrendo una passerella di legno dal vicino ristorante sull’acqua “Sunset Grill”. Prima della cena vera e propria, si comincia con il drink da sorseggiare sulla terrazza appositamente costruita sopra l’Oceano. Da qui, una scala a chiocciola conduce al ristorante dove viene servito il menù à la carte. All’inizio del 2007 con la modica cifra di mille200 euro a notte si potrà soggiornare al Poseidon. Il complesso, che vede un investimento di circa 35 miloni di euro, nascerà vicino a Eleuthera alle Bahamas. Dormire vicino agli  squali e cenare tra mante, pesci pagliaccio e tartarughe marine sarà finalmente possibile in questo resort sottomarino. Bruce Jones, impresario statunitense, è l’autore del grandioso progetto che prevede un ristorante e ventidue ampie suites di 150 metri quadrati con pareti di acrilico trasparente affacciate sulla barriera corallina, che verrà illuminata con luce artificiale. E’ addirittura prevista una vasca idromassaggio jacuzzi per ogni stanza. L'albergo nascerà a 18 metri di profondità sarà un cinque stelle, collegato alla terraferma da un tunnel e da una scala meccanica. La parte sommersa sarà interamente depressurizzata, in modo da consentire agli ambienti di mantenere la pressione costante di un'atmosfera. La sicurezza del complesso è garantita dalla progettazione di moduli individuali (stanze), con tanto di doppie porte a compartimenti stagno in caso di falle. I moduli saranno costruiti a Fort Pierce, Florida e poi trasportati su grosse chiatte fin sulle spiagge rosa dell'isola di Eleuthera, dove avrà luogo la costruzione finale.
A far concorrenza al progetto di Jones, l' Hydropolis, un altro hotel sottomarino, questa volta sotto le coste del Dubai, che dovrebbe anch’esso aprire i battenti alla fine nel 2006. Il progetto è davvero faraonico: 400miloni di euro è l’investimento iniziale previsto. Composto da ben 220 lussuosissime suite con oblò panoramici, l'albergo sarà costruito a circa 300 metri di distanza dalla riva, la parte superiore sarà fuori dall'acqua, ma il corpo della struttura, a forma di grande sommergibile, giacerà a circa venti metri di profondità. L
'architetto tedesco artefice del progetto è Joachim Hauser che in precedenza aveva già realizzato diverse strutture ambiziose in Medio Oriente. Hydropolis avrà un'estensione di oltre 100mila metriquadri sul fondo del mare e sarà formato da tre corpi principali: una futuristica stazione di arrivo, dove si troveranno la reception e gli uffici, un complesso sottomarino (la parte principale) e un tunnel trasparente che collegherà le due strutture. La base dell'hotel sarà di plexiglas, acciaio e cemento. E’ anche prevista una piattaforma panoramica, tre ristoranti da oltre 150 posti, terme, un centro commerciale e il primo museo sottomarino del mondo. Sul livello del mare emergeranno invece due strutture trasparenti che conterranno un teatro e una spiaggia. Un paradiso alla portata di pochi ricchi visto il prezzo, oltre 5mila euro per una notte anche se davvero speciale.

Copyright (c) 2005 ©IlGotha.it. Diritti riservati.La copia totale o parziale sarà punita a n.d.legge   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation