Cerca English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
lunedì 16 dicembre 2019 ..:: Viaggi » EUROPA » Slovenia » Presepe Postumia ::.. Registrazione  Login

 

PRESEPE VIVENTE NELLE

GROTTE DI POSTUMIA

 

Una piacevole sorpresa attende quanti si recheranno a visitare le Grotte di Postumia durante le prossime festività natalizie.  Nelle giornate del 23, 25, 26, 28 e 30 dicembre e 1 e 2 gennaio, oltre ai mille incantevoli scorci offerti dal normale percorso di visita della più famosa cavità turistica europea, i visitatori potranno incontrare Gesù, Maria, Giuseppe, i pastori e altri personaggi nel loro viaggio da Nazareth a Betlemme.  In una sala laterale del complesso viene infatti proposta la rievocazione della Natività con un presepe vivente allestito tra stalattiti e stalagmini da un gruppo di giovani attori in costumi d’epoca, accompagnati da gruppi corali che eseguiranno canti natalizi. Un modo suggestivo e originale per ricreare la magica atmosfera del Natale in un ambiente già di per se ricco di elevata suggestione. Le Grotte di Postumia (Postojnska jama in sloveno),  situate nel Carso ad appena 30 chilometri di autostrada dal confine di Trieste, sono state aperte al pubblico nel lontano 1819 e da allora sono state visitate da oltre 30 milioni di visitatori, un record forse unico per un fenomeno naturale. Da alcuni anni in un ramo laterale nei pressi dell’ingresso è stata aperta al pubblico la stazione di biospeleologia Proteus, dedicata alla peculiare fauna delle caverne. Circa due secoli fa, quando si riteneva che nelle caverne non potesse allignare alcuna forma di vita, a Postumia fu scoperto casualmente il primo animale troglobio, un insetto. Da allora le ricerche hanno permesso di scoprire l’esistenza di oltre un centinaio di animali di minuscole dimensioni, appartenenti a diversi ordini, generi e specie, facendo del complesso di Postumia un vero paradiso per la biospeleologia. Inoltre nelle acque sotterranee della Piuca vive il proteo, misterioso anfibio simile ad una lucertola, cieco, depigmentato e capace di vivere per anni senza mangiare, un vero fossile vivente assunto a simbolo di Postumia. Postumia è formata da un intricato complesso di caverne e gallerie, lungo in tutto 19,5 chilometri, scavato in un arco di tempo misurabile in milioni d’anni dalle acque del fiume Piuca che si inabissa presso l’ingresso e scorre tuttora nei suoi livelli inferiori.   Potrà sembrare curioso il fatto che queste acque, pur  nascendo a breve distanza dall’Adriatico, per un singolare gioco di spartiacque e dopo aver cambiato più volte nome finiscono nel Mar Nero, posto a 2.000 chilometri di distanza.  Successivamente il carbonato di calcio contenuto nelle acque di stillicidio ha adornato gli ambienti ipogei con stupende policrome concrezioni di calcite sotto forma di drappeggi, trine, colate, colonne, stalattiti e stalagmiti, minuscole o gigantesche, tanto curiose nell’aspetto da superare anche la più fervida fantasia. Una serie di gallerie suborizzontali, ormai abbandonate dalle acque della Piuca da centinaia di migliaia di anni, raccorda numerose caverne di vaste dimensioni, come il Grande Duomo (m 120x50x30) o la Sala dei Concerti, dove si esibì anche Pietro Mascagni, capace di contenere 10 mila spettatori. Soltanto il primo tratto, per una lunghezza di 5.200 metri, risulta attrezzato per le visite del pubblico, che richiedono un’ora e mezza;  di questi 3.500 vengono compiuti a bordo di un trenino elettrico, l’unico in una grotta turistica.  Postumia  ha attirato da sempre l’interesse dell’uomo: nel tratto iniziale si osservano infatti ancora firme di visitatori e date risalenti fino al 1213. Le Grotte di Postumia possono essere visitate tutto l’anno; in inverno l’entrata avviene alle ore 10, 12 e 14 (sabato, domenica e festivi anche alle 16) ma il presepe può essere ammirato soltanto durante la visita pomeridiana; la visita dura un’ora e mezza. L’ingresso costa 17,53 euro per gli adulti e 11,48 per i bambini. Ulteriori informazioni possono essere attinte al sito www.postojna-cave.com, oppure richieste al 386.5.70 00 103, o anche all’Ufficio del Turismo Sloveno in Italia, tel. 02 29511187, info@slovenia-tourism.it.

 

di ANNA MARIA ARNESANO foto di GIULIO BADINI

Copyright (c) 2005 ©IlGotha.it. Diritti riservati.La copia totale o parziale sarà punita a n.d.legge   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation