Cerca English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
martedì 10 dicembre 2019 ..:: Viaggi » EUROPA » Slovenia » Slovenia in treno d'epoca ::.. Registrazione  Login
© foto Giulio Badini

 

SLOVENIA IN TRENO D’EPOCA

 

di ANNA MARIA ARNESANO

foto di GIULIO BADINI

 

TGV, Alta Velocità: il treno si adegua alla fretta dei tempi e cerca di competere in rapidità con gli aerei, correndo sempre più forte per accorciare tempi e distanze.  Ma non tutti cercano la velocità, in particolare quanti si muovono per turismo e vorrebbero magari cominciare a farlo fin dalla partenza e durante il tragitto, e non solo una volta arrivati a destinazione. Ecco allora chi rimpiange le sbuffanti locomotive del passato, con l’odore di fuliggine e di carbone bruciato, che consentivano di ammirare e di apprezzare le variazioni del paesaggio, scendendo ad ogni stazione per sgranchirsi le gambe e scattare una foto. Gli appassionati di questo modo di viaggiare che risiedono o fanno vacanza in Friuli – Venezia Giulia e in Slovenia hanno a disposizione una magnifica occasione:  nelle domeniche dell’ 1 e 21 maggio, 4 e 18 giugno, 2, 16 e 30 luglio, 13 e 27 agosto e 10 settembre  parte al mattino dalla stazione di Gorizia  un treno storico a vapore con destinazione Bled in Slovenia, la più nota e attrezzata località turistica della Slovenia continentale, affacciata sull’omonimo romantico lago alpino.  Il treno, formato da carrozze d’epoca inizi 900 e trainato da una locomotiva a vapore del Museo Ferroviario di Lubiana,  percorre un tratto della storica “Ferrovia Transalpina”, inaugurata nel 1906 – giusto un secolo fa - dall’arciduca Francesco Ferdinando (ucciso poi a Sarajevo nel 1914 nell’attentato che fece scatenare la prima guerra mondiale) per collegare Vienna e l’Europa centrale all’Adriatico e al porto di Trieste.  La costruzione di questa linea ferroviaria, per i mezzi e la tecnologia allora disponibili, si rivelò assai complessa e richiese numerose quanto ardite opere di ingegneria come gallerie, ponti e viadotti che l’hanno resa famosa.  Per tutti si possono ricordare il ponte di Solkan/Salcano, la cui arcata in pietra di 85 metri è ancora oggi la maggiore del mondo, e la galleria di Podbrdo/Piedicolle, un traforo sotto le Alpi Giulie lungo oltre 6 chilometri.  Il mutare del quadro geopolitico ha fatto decadere nel tempo l’importanza commerciale di questa linea, che oggi rinasce come ferrovia turistica per collegare Austria, Slovenia e Italia. Il treno parte alle 8,00 da Gorizia, fa sosta a Nova Gorica, in territorio sloveno, quindi percorrendo con una sosta a Most na Soci le suggestive vallate dei fiumi Isonzo, Baca e Sava Bohinjka arriverà a Bled alle 10,42, dove attende la visita guidata al castello medievale che sovrasta a picco il paese, e che nel 2004 ha celebrato i suoi mille anni di storia,  quindi il pranzo in un ristorante sul lago e tempo a disposizione per visitare l’elegante località, compiendo magari un’escursione in barca all’isoletta centrale. Il rientro è previsto per le 17, con arrivo a Gorizia alle 20,05. Personale di bordo in divisa d’epoca, carrozza postale con annullo speciale e presenza di un duo di fisarmoniche con canti e musica tradizionale.  La quota, pranzo compreso,  per gli adulti è di 78 euro, 39 per i ragazzi da 12 a 16 anni, 29 per i bambini da 6 a 11, gratis sotto i 6 anni.  Informazioni e prenotazioni presso l’agenzia viaggi slovena Club, organizzatrice dell’iniziativa in collaborazione con Trenitalia e le Ferrovie Slovene, tel. 00386.5.3813050, fax 3887463, e-mail club.ta@siol.net, oppure presso le agenzie turistiche del nord-est.

Copyright (c) 2005 ©IlGotha.it. Diritti riservati.La copia totale o parziale sarà punita a n.d.legge   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation